Categoria: Disturbo di Panico

07.08.07

Terapia farmacologica per il trattamento del disturbo di panico

13:01:24, Aree di intervento: Disturbo di Panico, Attacco di panico  

I farmaci efficaci ed utilizzati per la cura del disturbo di panico sono: gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (ISRS): citalopram, fluoxetina, fluvoxamina, paroxetina, sertralina; gli antidepressivi triciclici (ADT): clorimipramina e imipramina; le benzodiazepine (BZD): alprazolam, clonazepam, diazepam, lorazepam e gli inibitori delle monoamino-ossidasi (IMAO): fenelzina, tranilcipromina.

Il trattamento farmacologico del disturbo di panico risulta efficace nel ridurre l’intensità e la frequenza degli attacchi di panico spontanei e/o situazionali e nel ridurre, inoltre, l’ansia anticipatoria e le condotte di evitamento. La persona acquista maggior sicurezza perchè avverte meno sintomi ed inizia ad affrontare le situazioni che aveva evitato.

In alcuni casi, però, il comportamento agorafobico permane. Inoltre, durante il trattamento farmacologico il paziente può comunque avvertire i sintomi dell'ansia e soprattutto al termine del trattamento, tali sintomi possono ricomparire, lasciando la persona in preda al panico per la paura che possa capitargli qualcosa di pericoloso.

Permalink 149 parole da admin Email , 4613 visite • Invia feedback

Efficacia della terapia cognitivo comportamentale per il trattamento del disturbo di panico

12:53:47, Aree di intervento: Disturbo di Panico, Attacco di panico  

In accordo con il National Institute of Mental Health (1993), numerose ricerche hanno dimostrato l’efficacia della terapia cognitiva comportamentale per il trattamento del disturbo di panico con o senza agorafobia (Otto MW et al., 2004; Starcevic et al., 2004; Kenardy et al., 2003; Barlow, Gorman, Shear e Woods, 2000; Otto, Pollack e Maki, 2000; Stein et al., 2000; Hofmann e Spiegel 1999; Loerch, 1999; Sharp, 1996; Klosko, 1995; Black, 1993; Beck, Sokol, Clark, Berchick, Wright, 1992; Craske, Brown, Barlow, 1991; Klosko, Barlow, Tassinari e Cerny, 1990; Michelson et al., 1990; Barlow, Craske, Cerny e Klosko, 1989; Sokol et al., 1989; Barlow, 1988; Clark, Salkovskis et al., 1988; Ost, 1988; Salkovskis et al., 1986; Clark, Salkovskis, Chalkley, 1985).

Inoltre, studi di meta analisi (Otto, 2001; Gorman et al, 1998; Gould et al., 1995; Clum et al., 1993; Mattick, 1990) e di analisi delle variabili predittive sottolineano la presenza di numerosi rilievi sperimentali che propongono la TCC come una terapia efficace per il trattamento del disturbo di panico. Per esempio, in una ricerca di meta analisi, Gould, Otto e Pollack (1995) esaminarono i risultati ottenuti in studi controllati su TCC pubblicati tra il 1974 e il 1994. Gli autori evidenziarono l’efficacia del trattamento cognitivo comportamentale, comparando i risultati ottenuti rispetto a quelli della lista di attesa.

Permalink 185 parole da admin Email , 7401 visite • 1 feedback

20.07.07

Cosa fare prima di iniziare un trattamento specifico per il panico?

14:40:17, Aree di intervento: Disturbi D'Ansia, Disturbo di Panico  

Prima di formulare una diagnosi di panico è importante, anzi, necessario escludere problemi a livello fisico. Patologie mediche generali, quali quelle cardiovascolari, polmonari, neurologiche, endocrinologiche e gastrointestinali, possono essere diagnosticate insieme o confuse con il disturbo di panico. Si rischia, così, di curare i sintomi, pensando che sia ansia, invece esse appartengono a qualche altro disturbo. Il medico di base dovrebbe prescrivere gli esami specifici per poter diagnosticare correttamente il disturbo d'ansia.
Sarà compito del terapeuta individuare la presenza di eventuali altri disturbi associati al disturbo di panico, che complicano il quadro clinico del paziente, al fine di scegliere il trattamento più adeguato da utilizzare. Il disturbo di panico può essere, infatti, associato con altri disturbi d’ansia che richiedono trattamenti cognitivi comportamentali più specifici, per favorire la remissione completa dei sintomi. Spesso troviamo persone che presentano una fobia sociale o un Disturbo Ossessivo Compulsivo associati al panico. Sarebbe, quindi riduttivo curare solo il panico. E' necessario un trattamento specifico per gli altri disturbi associati.

Permalink 164 parole da admin Email , 18740 visite • 5 feedbacks

<< Pagina Precedente ::

Marzo 2021
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
 << <   > >>
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31      

Starbene: mente-corpo

Dott.ssa Maria Narduzzo
Psicologa Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Terapeuta EMDR
Docente dell'Istituto Watson
P.Iva 09100990010
Cell 3337130974
Vedi Attività


Riceve ad Orbassano
Studio Privato
Via Roma 47
www.psicologo-orbassano.it

Riceve a Torino
presso Studio Medico Crocetta
C.so Galileo Ferraris, 107
www.studiocrocetta.it
maria.narduzzo@gmail.com

Directory segnala sito DirectoryItaliana

Psicologia: La categoria di HelloDir.com che tratta di Psicologia

Scambio Link

Psycommunity

Vedi opuscolo sul panico

Prima di aggiungere un commento è necessario prendere visione e approvare l'informativa sulla privacy.

Cerca

Chi c'é online?

  • Untenti ospiti: 8

Syndicate questo blog Feeds XML

What is this?

powered by
b2evolution