Categoria: Fobia Sociale

18.09.07

Cura della fobia sociale

00:29:57, Aree di intervento: Fobia Sociale  

La terapia cognitiva comportamentale risulta essere un trattamento efficace per la cura della fobia sociale.

Gli obiettivi dell’intervento sono i seguenti:

Ridurre l’ansia anticipatoria che la persona prova prima di affrontare una situazione sociale

Eliminare la paura delle proprie risposte fisiologiche

Abituarsi e/o gestire i sintomi dell’ansia attraverso il rilassamento e la respirazione lenta diaframmatica

Cambiare il proprio dialogo interno negativo: la persona con fobia sociale ha mille dubbi e preoccupazioni legate alla paura di fare una brutta figura e di poter stare male. Tali pensieri negativi verrano inizialmente identificati e successivamente sostituiti con pensieri positivi, razionali e competitivi

Esporsi gradualmente a tutte le situazioni sociali evitate o vissute con disagio

Migliorare le abilità sociali: il trattamento prevede di insegnare nuove abilità assertive, utili per non subire passivamente e non aggredire gli altri. La persona con fobia sociale potrà, così, acquisire o potenziare le sue abilità sociali utili per migliorare la comunicazione con gli altri

Aumentare l’autostima. Se la persona si espone costantemente alle situazioni sociali acquisterà maggiore sicurezza ed aumenterà il proprio livello di autostima

Imparare ad ironizzare, sdrammatizzare le situazioni, non dando eccessiva importanza al giudizio degli altri.

Permalink 195 parole da admin Email , 12118 visite • 1 feedback

03.08.07

Cosa prova e come si sente una persona che soffre di fobia sociale?

13:37:43, Aree di intervento: Fobia Sociale  

“ … ansia, tensione, imbarazzo, rigidità, confusione, … , provo questi sintomi quando sono con altre persone.

La mattina evito di andare a fare colazione al bar con i miei colleghi. Ho paura di fare brutte figure: inizio a farmi mille domande “e se bevendo il caffè mi cade la tazzina per terra?”, “come verrò giudicato?”, Tutti lo noteranno e penseranno che sono una stupida.
Provo disagio quando sono dalla parrucchiere. Il dover rimanere in attesa per tanto tempo, mi crea agitazione: non riesco a stare ferma, voglio alzarmi, temo che qualcuno possa farmi delle domande a cui non so rispondere, allora guardo le riviste, così vedendomi impegnata nessuno mi rivolge la parola.

Cambio strada quando incontro qualche amico, non so cosa dire e temo il confronto con lui.

Aspetto vicino il portone di casa, pur di non salire in ascensore con un vicino di casa, proverei un forte disagio, starei con la testa bassa, rossa in viso e zitta.

Quando vado a scuola dai miei figli, arrivo giusto qualche minuto prima della chiusura, pur di evitare di incontrare le altre mamme.

Questa è la mia vita, sembro sempre di corsa, ma in realtà non devo andare da nessuna parte, non ho impegni, evito,evito,evito tutto e tutti."

Permalink 204 parole da admin Email , 12741 visite • 6 feedbacks

27.07.07

Caratteristiche della fobia sociale: come vive i rapporti con gli altri?

14:32:19, Aree di intervento: Fobia Sociale  

La persona con fobia sociale, valuta le situazioni sociali come pericolose, per la paura di agire in modo non adeguato, per cui pensa che gli altri lo giudicheranno in modo negativo. Anche l’opinione e la percezione di se stesso risulta negativa: pensa di non essere capace, di non essere all’altezza della situazione per cui sicuramente farà una brutta figura.

Prima di vivere le situazioni sociali, prova ansia anticipatoria. Per poterle affrontare, la persona tende a pensare e a visualizzare tutto ciò che gli potrà capitare e tutte le domande che gli potranno porre, individuando in anticipo i vari comportamenti e le varie risposte, al fine di fare una bella figura. Tale atteggiamento se da un lato è una strategia protettiva per affrontare le situazioni, dall’altra determina ansia e fa sì che le sorprese e tutto ciò che non sia stato programmato in anticipo non vengano tollerate.

Durante l’interazione sociale, si è concentrati sulle proprie risposte somatiche, sulla valutazione che potrebbe ricevere dagli altri e sull’opinione che ha di se stesso. La persona può, infatti, controllare ogni singola parte del proprio corpo e se c’è attivazione fisiologica cerca di rimanere calmo e tranquillo. Tale atteggiamento fa sì non vengano tollerati i rumori intensi. Per esempio: una persona parla a voce alta e crea fastidio e irritazione, oppure se qualcuno desidera parlare con lui può creare nervosismo, perché non gli permette di concentrarsi su di se. La perdita di controllo su di sé, potrebbe innescare i sintomi del panico.

La persona con fobia sociale può emettere, inoltre, tutta una serie di evitamenti per affrontare la situazione: pensa e si ripete le frasi prima di parlare, si schiarisce la voce, parla velocemente, non guarda negli occhi, … Inoltre, il cercare a tutti i costi di fare una bella figura ha effetti controproducenti: aumenta i sintomi dell’ansia, la persona non risulta spontanea nei suoi movimenti e nell’eloquio. Egli si impone, in modo rigido, di sorridere, di parlare, di essere interessato ai discorsi, deve essere simpatico, si ripete mentalmente cosa dire prima di parlare e ciò può rendere ancora più difficile la conversazione. Alla fine la persona apparirà effettivamente meno simpatico, meno amichevole ed impacciato. I comportamenti protettivi e i sintomi dell’ansia hanno, quindi, effetti negativi sull’immagine di se stesso.

Al termine dell’interazione sociale, la persona che soffre di fobia sociale tende molto a rimuginare e a valutare in modo negativo il suo comportamento, concentrandosi solo sugli aspetti negativi e su ciò che non è riuscito a fare, rafforzando ancora di più le sue convinzioni negative.

Permalink 427 parole da admin Email , 9998 visite • 2 feedbacks

26.07.07

Esempi di pensieri, emozioni e comportamenti di chi soffre di fobia sociale

14:10:44, Aree di intervento: Fobia Sociale  

Situazione: dal Barbiere

Pensieri: “Se mi parla, non so cosa dire”, “Penseranno che sono stupido”, “Se mi stringe troppo il collo con il telo e mi sento soffocare?”, “Se mi fa lo shampoo e io inizio a stare male e voglio andare via, chissà cosa potrà pensare?”, “Se non mi lascia uscire dal negozio?”, “Se gli altri vedono che sto male, penseranno che sono strano”, “Se c’è gente e devo aspettare troppo”
Emozione: Paura 70

Comportamento: Vado solo su appuntamento, Cambio spesso il barbiere, Parlo poco, Faccio finta di essere interessato a qualcosa,così gli altri non mi parlano, Pianifico in anticipo cosa dire.

Situazione: Pranzo al ristorante con amici

Pensieri: “Se inizio a sentirmi male, non riesco a mangiare e il cameriere inizia a chiedermi il perché”,“Se gli altri si accorgono che non sto bene?”,“E se non voglio parlare ?”,“E se non sono simpatico?”,“E se non mi fanno uscire per respirare?”,“E se la porta di uscita è chiusa a chiave?”,“E se devo aspettare tanto per pagare e noteranno che sto male?”,“E se mi tremano le mani e gli altri lo vedono?”

Emozione: Paura 70

Comportamento: Parlo poco di me, Faccio domande, Parlo velocemente, Non guardo nessuno in faccia, Mi siedo in una zona in ombra o più nascosta

Situazione: A casa della mamma della fidanzata

Pensieri: “E se mi fa delle domande e non me la sento di rispondere e devo parlare per forza?”,“E se non sono simpatico?“, "E se non gli piaccio?”, “E se pensa che non sono il fidanzato giusto per sua figlia?”, “Che idea ha di me?”, “E se mi sento male e voglio andare via?”

Emozione: Paura 100

Comportamento: Evito di andare a casa loro

Permalink 283 parole da admin Email , 20568 visite • 3 feedbacks

<< Pagina Precedente ::

Marzo 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
 << <   > >>
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Starbene: mente-corpo

Dott.ssa Maria Narduzzo
Psicologa Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Terapeuta EMDR
Docente dell'Istituto Watson
P.Iva 09100990010
Cell 3337130974
Vedi Attività


Riceve ad Orbassano
Studio Privato
Via Roma 47
www.psicologo-orbassano.it

Riceve a Torino
presso Studio Medico Crocetta
C.so Galileo Ferraris, 107
www.studiocrocetta.it
maria.narduzzo@gmail.com

Directory segnala sito DirectoryItaliana

Psicologia: La categoria di HelloDir.com che tratta di Psicologia

Scambio Link

Psycommunity

Vedi opuscolo sul panico

Prima di aggiungere un commento è necessario prendere visione e approvare l'informativa sulla privacy.

Cerca

Chi c'é online?

  • Untenti ospiti: 46

Syndicate questo blog Feeds XML

What is this?

powered by
b2evolution