11.09.07

Terapia cognitivo comportamentale

23:27:50, Aree di intervento: Terapia cognitivo comportamentale  

Terapia Cognitivo Comportamentale: i concetti fondamentali

La Terapia Cognitivo-Comportamentale e' finalizzata a modificare i pensieri distorti: cosa mi dico?, cosa penso?, come vivo le situazioni?, le emozioni disfunzionali: come mi sento?, cosa provo? e i comportamenti disadattivi dell'individuo: come mi comporto?, come reagisco?, producendo la riduzione e l'eliminazione del sintomo e apportando miglioramenti duraturi nel tempo.

Si basa sul modello cognitivo, che ipotizza che le emozioni e i comportamenti delle persone vengono influenzati dalla loro percezione degli eventi, quindi dal proprio dialogo interno, da ciò che una persona si dice.
Non e' la situazione in se' a determinare direttamente cio' che le persone provano, ma e' piuttosto il modo in cui esse interpretano certe esperienze.

All'origine dei disturbi vi e', dunque, un modo distorto di pensare, che influenza in modo negativo l'umore e il comportamento del paziente.

La Terapia Cognitivo-Comportamentale sostiene, quindi, la presenza di una complessa relazione tra emozioni, pensieri e comportamenti, sottolineando come molti dei nostri problemi (tra i quali quelli emotivi) siano influenzati da cio' che facciamo e cio' che pensiamo nel presente, nel qui ed ora.
Questo vuol dire che agendo attivamente ed energicamente sui nostri pensieri e sui nostri comportamenti attuali, possiamo liberarci da molti dei problemi che ci affliggono da tempo.

In termini molto semplificati possiamo affermare che l'intervento Psicoterapeutico si pone due obiettivi principali: il primo e' quello di individuare e definire il tipo di pensiero che accompagna le emozioni negative (per esempio dolore, sconforto, paura); il secondo consiste nel cercare delle modalita' alternative, piu' funzionali, di affrontare le situazioni problematiche.

L'adozione di modalita' di pensiero piu' costruttive conduce a una modificazione dell'esperienza emozionale dolorosa.

Sara' compito del terapeuta individuare le tecniche piu' appropriate che potranno aiutare la persona a raggiungere questi obiettivi, mentre sara' compito di quest'ultima impegnarsi durante gli incontri e nella vita reale per seguire le indicazioni dell'operatore.

La persona imparerà a cambiare anche il proprio comportamento non adattivo, emettendo gesti ed azioni anche in contrapposizione con i propri pensieri o paure. Le paure e le preoccupazioni di una persona con il panico lo portano ad evitare le situazioni in cui pensa che starà male, imparerà gradualmente che evitare non è la soluzione dei suoi problemi, per cui affronterà gli stimoli ansiogeni per verificare che di fatto non succede nulla.

Attualmente la Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale copre il campo del trattamento di tutti i disturbi mentali: disturbi dell'area nevrotica (disturbi d'ansia, fobie, ossessioni-compulsioni, depressione), disturbi del comportamento alimentare (anoressia e bulimia), disfunzioni sessuali, disturbi di personalita', disturbi da abuso di sostanze, psicosi (disturbo delirante, schizofrenia), problemi psicopatologici dell'eta' evolutiva, psicopatologia nell'anziano.

Oltre alle applicazioni psicopatologiche le tecniche cognitivo-comportamentali si dimostrano particolarmente efficaci e rapide per aiutare le persone a risolvere difficolta' di adattamento o crisi evolutive (difficolta' nelle relazioni sociali o nel lavoro, ansia da esame, reazioni disadattive al lutto, difficolta' nella coppia o nella gestione dei figli, ecc.), anche attraverso modalita' alternative al trattamento psicoterapico.

Permalink 483 parole da admin Email , 4855 visite • Invia feedback

Indirizzo Trackback per questo post:

This is a captcha-picture. It is used to prevent mass-access by robots.

Per favore, inserisci i caratteri che vedi nel disegno sopra. (case insensitive)

Commenti, Trackbacks, Pingbacks:

Niente Commenti/Trackbacks/Pingbacks per questo post ancora...

Lascia un commento:

La tua email non comparirà nel sito.
Il tuo URL sarà visualizzato.

Tag XHTML consentiti: <p, ul, ol, li, dl, dt, dd, address, blockquote, ins, del, span, bdo, br, em, strong, dfn, code, samp, kdb, var, cite, abbr, acronym, q, sub, sup, tt, i, b, big, small>
(Le interruzioni di linea diventano <br />)
(Imposta il cookie per nome, email e url)
(Permetti agli utenti di contattarti attraverso il form dei messaggi (la tua email non sarà mostrata.))
This is a captcha-picture. It is used to prevent mass-access by robots.

Per favore, inserisci i caratteri che vedi nel disegno sopra. (case insensitive)

Post Precedente: Trattamento dell'agorafobiaPost Successivo: Cura del Disturbo Ossessivo Compulsivo: la terapia comportamentale

Dicembre 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
 << <   > >>
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          

Starbene: mente-corpo

Dott.ssa Maria Narduzzo
Psicologa Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Terapeuta EMDR
Docente dell'Istituto Watson
P.Iva 09100990010
Cell 3337130974
Vedi Attività


Riceve ad Orbassano
Studio Privato
Via Roma 47
www.psicologo-orbassano.it

Riceve a Torino
presso Studio Medico Crocetta
C.so Galileo Ferraris, 107
www.studiocrocetta.it
maria.narduzzo@gmail.com

Directory segnala sito DirectoryItaliana

Psicologia: La categoria di HelloDir.com che tratta di Psicologia

Scambio Link

Psycommunity

Vedi opuscolo sul panico

Prima di aggiungere un commento è necessario prendere visione e approvare l'informativa sulla privacy.

Cerca

Chi c'é online?

  • Untenti ospiti: 16

Syndicate questo blog Feeds XML

What is this?

powered by
b2evolution