Aree di intervento: Disturbo del controllo degli impulsi, Tricotillomania

01.03.12

Soffro di tricotillomania

16:00:28, Aree di intervento: Disturbo del controllo degli impulsi, Tricotillomania  

Tricotillomania

“Da circa 15 anni esco con la bandana in testa per nascondere le diverse aree senza capelli. Le persone penseranno che soffro di una malattia fisica, quelle terribili malattie tumorali che possono cambiare, distruggere o portare alla morte una persona. Non è così. Soffro di tricotillomania che mi porta a tirarmi e a strapparmi i capelli.

Da bambina mi strappavo le sopraciglia e le ciglia, ma il tutto era troppo evidente agli occhi degli altri e mi creava forti disagi. Sono passata ai capelli.

Mi isolo, mi allontano dalla vista di mio marito ed inizio a tirare, sono nervosa, mi sento una rabbia dentro e la scarico su di me, sui miei capelli. A volte, come un’abitudine, li tiro davanti a mio figlio,lui mi prende dolcemente il braccio e mi dice di smetterla.

Dopo sto bene ma anche male. Bene perché mi scarico le tensioni, male perché mi sento in colpa so che non dovrei farlo ma è più forte di me, non è facile smettere da sola.

Provo un fortissimo senso di vergogna e disagio quando mi trovo nei contesti sociali, mi sento osservata, giudicata, forse suscito compassione. Vedo le altre madri forti, sicure, belle, eleganti. Penso che mio figlio si vergogni di me. Gli sto creando una situazione in cui si sente diverso rispetto ai suoi compagni, le cui madri vanno in giro senza la bandana.

Capisco tutto questo ma non mi da la forza per smettere. C’è stato un periodo in cui la tricotillomania era meno intensa per cui i capelli stavano ricrescendo, ma sono ricaduta di nuovo nel disturbo. Mi raso i pochi capelli rimasti e sulla mia testa vi sono diverse aree prive di capelli. Solo a casa riesco a togliermi la bandana. Soffro di ansia, attacchi di panico, vivo nel nervosismo che mi porta un intenso e fastidioso prurito in tutto il corpo, mi gratto fino a produrmi graffi e lesioni sulla pelle”.

Sintomi tipici della tricotillomania

Secondo il manuale degli psichiatri (DSM IV-TR) per formulare un’ipotesi diagnostica di tricotillomania devono essere presenti i seguenti sintomi:
. ricorrente strappamento dei propri capelli e peli che causa una notevole perdita degli stessi
. piacere, gratificazione o sollievo durante lo strappamento dei capelli o dei peli
. il comportamento non è meglio attribuibile ad un altro disturbo mentale e non è dovuta ad una condizione generale, per esempio dermatologica.

Caratteristiche generali della tricotillomania

La tricotilomania viene inclusa nel DSM IV tra i Disturbi del controllo degli Impulsi. La persona avverte il bisogno di strapparsi i capelli per piacere, gratificazione o per alleviare la tensione che percepisce. Nei casi più gravi, i capelli o i peli possono essere ingeriti (tricofagia).
La conseguenza più evidente di tale disturbo sono le estese aree di alopecia nella zona del cuoio capelluto, sopraciglia, ciglia e più raramente nella zona pubica.

Permalink 464 parole da admin Email , 38632 visite • 73 feedbacks

Dicembre 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
 << <   > >>
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Starbene: mente-corpo

Dott.ssa Maria Narduzzo
Psicologa Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Terapeuta EMDR
Docente dell'Istituto Watson
P.Iva 09100990010
Cell 3337130974
Vedi Attività


Riceve ad Orbassano
Studio Privato
Via Roma 47
www.psicologo-orbassano.it

Riceve a Torino
presso Studio Medico Crocetta
C.so Galileo Ferraris, 107
www.studiocrocetta.it
maria.narduzzo@gmail.com

Directory segnala sito DirectoryItaliana

Psicologia: La categoria di HelloDir.com che tratta di Psicologia

Scambio Link

Psycommunity

Vedi opuscolo sul panico

Prima di aggiungere un commento è necessario prendere visione e approvare l'informativa sulla privacy.

Cerca

Chi c'é online?

  • Untenti ospiti: 25

Syndicate questo blog Feeds XML

What is this?

powered by
b2evolution